Arancino di riso

Per pranzi goderecci e sfiziosi,non esiste un periodo.Non hanno il “loro tempo”certe pietanze,sembra che siano nate per coccolare tutti,in ogni luogo,mari e monti e se,anche siamo reduci da un Carnevale di olio bollente,frittelle,frappe e costumi,un arancino con la sua veste dorata e il suo cuore filante,trova sempre il suo spazio.Altrochè se lo trova,e con grande soddisfazione.Arancini o pallottole?Enormi,davvero enormi li ho fatti.Non sapete quante volte li ho ripresi,per dargli una giusta e dignitosa misura,ma non ne hanno voluto sapere.Ogni volta,il “prossimo” era sempre più grande; la sua farcia abbondante non si è voluta rannicchiare,si è accomodata pigramente per farsi meglio apprezzare!

Arancino o arancina,dalla forma tonda o conica,a seconda della provincia in cui viene preparato,è una prelibatezza tutta siciliana.Un timballo di riso,farcito generalmente da un ragù di carne e poi panato e fritto e che è tradizione preparare per la festa di Santa Lucia,nella zona di Palermo.Ma ripeto:l’arancino è cosa buona e giusta sempre e in ogni occasione!

Print Recipe
Arancino di riso
Timballo di riso,dalla filante farcitura di formaggio e ragù,è un vero vanto della cucina siciliana.Gustato come spuntino,pranzo o piatto unico
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
12 porzioni
Ingredienti
Per il ragù e farcitura
Per la pastella e panatura
Inoltre
  • 1 litro olio arachide o girasole
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
12 porzioni
Ingredienti
Per il ragù e farcitura
Per la pastella e panatura
Inoltre
  • 1 litro olio arachide o girasole
Istruzioni
  1. Lessate il riso nell'acqua bollente salata,per circa 15 minuti,in modo che assorba tutto il liquido.Sciogliete lo zafferano in poca acqua calda e aggiungetelo al riso.Mescolate e unite anche il formaggio e il burro.Versate in una pirofila bassa per farlo raffreddare,coprite con pellicola per evitare che in superficie secchi.Intanto preparate il ragù
  2. Stufate il trito di carota,sedano e cipolla nell'olio.Unite la carne macinata e fate rosolare a fuoco vivace,sfumate col vino e fate evaporare.Unite i pisellini,fate cuocere per altri cinque minuti ed aggiungete la passata di pomodoro.Salate e pepate quanto basta.Fate cuocere per circa venti minuti,dovrà essere un bel sugo ristretto.Intanto che raffredda tagliate il formaggio scelto a cubetti
  3. Riprendete il riso e prelevatene due cucchiai circa per volta.Schiacciate sul palmo della mano,formate una conca e mettete un pò di ragù e qualche cubetto di formaggio.Richiudete con il riso dando una forma rotonda.Formate fino ad esaurimento del riso.Preparate la pastella
  4. Mettete la farina in una ciotola,versate acqua a filo e con una frusta mescolate fino ad ottenere una pastella liscia e abbastanza fluida.Salate leggermente.Tuffate un arancino per volta nella pastella in modo da ricoprirlo tutto e rotolate infine nel pangrattato.Una volta impanati friggere in olio bollente e profondo pochi pezzi per volta.Scolate su carta assorbente e serviteli ancora caldi
Recipe Notes

possono essere congelati e fritti da congelati.Mi raccomando solo se avete usato nella preparazione tutti prodotti freschi

Da caldi sono squisiti,ma anche da tiepidi,freddi o riscaldati sanno "emozionare"

Per il ripieno ho usato mozzarella,ma nulla vieta di usare anche una provola o ancor meglio un buon caciocavallo fresco

La temperatura dell'olio dev'essere moderata,perchè essendo abbastanza grandi avranno bisogno di cuocere un pò più a lungo senza bruciare e far si che la mozzarella fondi

Allora buon arancino e alla prossima delizia!

Comments

  1. Leave a Reply

    Mila
    23 marzo 2018

    Non è possibile, no, proprio non si può….vorrei sfondare lo schermo e mangiarmene un paio (alla volta!!!)
    Damiana…lo sai che poi io ingrasso solo a guardarle ste cose!!!
    UFFA

  2. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    17 marzo 2018

    Mamma mia che bontà Dami! Arrivo, ci metto un po’ ma arrivo e mi piacerebbe arrivare anche fino a Napoli per metterci in cucina, io e te, e farle insieme queste belle pallottole grandi grandi! E che ti frega scusa se sono grandi? Ne mangi uno solo e sei a posto, no? Ti abbraccio stretta stretta

  3. Leave a Reply

    Mimma Morana
    15 marzo 2018

    meravigliaaaaaaaaaaaaa!!!! lo mangerei subito anche se….lo hai chiamato ARANCINOOOOOO!!!! baci mia cara e bravissima come sempre!!

  4. Leave a Reply

    Natalia
    14 marzo 2018

    E con questi si che sono felice. Ora mi metti la voglia di farli……

  5. Leave a Reply

    Melania
    14 marzo 2018

    Parliamone! Anche se vorrei scrivere …assaggiamolo!!!
    Dami non puoi neppure capire quanto mi piacciono, pensa che cerco pure di limitarmi nel mangiarli tanto è la foga. Qui, tu sai che siamo bravi a farli! Io gli ultimi preparati erano un po’ speciali, con formaggi stagionati e con le acciughe….?
    Qua da te si ingrassa solo a guardare ma come mai??? ?

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      16 marzo 2018

      Eccome se lo so,siete un popolo di tradizioni culinarie uniche!Io bramo di mangiarli li,in quel luogo meraviglioso…Nell’attesa li preparo io e ingrasso inesorabilmente.Da te amica non si scherza mica eh eh?

  6. Leave a Reply

    Simo
    13 marzo 2018

    mamma miaaaaaaaa
    …vien voglia di rubarne uno dal monitor…
    Che bontà, degli arancini non mi stancherei mai, potrei mangiarne a chili micuzza!

  7. Leave a Reply

    Elena
    13 marzo 2018

    Fa-vo-lo-si!!!!!! Li ho mangiati solo due volte cucinati dal mio amico siciliano verace, sono spettacolari anche se so che ogni famiglia ha la sua ricetta, ne mangerei senza smettere mai 🙂 buonissimi davvero, ciao bionda!!!! Baci

  8. Leave a Reply

    Mile
    13 marzo 2018

    Ma sì: più cicciottosi sono meglio è 🙂 Come forma mi piacciono decisamente più tondi che a punta. Ciao Damy bella!

  9. Leave a Reply

    Paola
    13 marzo 2018

    Buoniiii. Poi hai usato il vialone nano, è il riso che si coltiva da me, quello con il quale sono cresciuta.

  10. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    13 marzo 2018

    Oh madonnina mia quanto li adoroooo ? a volte li preferisco alla pizza, altra cosa di cui vado matta ed è tutto dire!!! Ormai in Sicilia non c’è per questa prelibatezza un periodo specifico, nei bar e in tutte le friggitorie e rosticcerie take away li trovi sempre, a tutte le ore e in ogni periodo dell’anno, vanno più dell’oro ?. Maschio e femmina, tondi o piramidali sono sempre attraenti con i loro mille gusti e la tua versione, un classico per eccellenza intramontabile.
    Ok ora posso asciugarmi la bavetta ??????

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Insalata di farro e avocado