Chiocciola Brioche con nocciole e crema di nocciole

picsart_09-07-01-10-05

Le nocciole,quanta bontà sanno regalare.Mi piace mangiarle appena raccolte dall’albero,quando il loro guscio è ancora verde e screziato di macchioline marroni;quando in una sera invernale le inforni e il guscio bollente ti scotta le mani e il palato;quando le tosti e il loro profumo intenso ti lascia pregustare il dolce che ci farai;quando la mia cagnolina le ruba per andare a nascondersi in un angolino e le sgranocchia soddisfatta.E poi amo il periodo in cui arrivano,è il momento del saluto all’estate,quando la malinconia è dolce,ma gli occhi si lasciano attraversare dai colori brillanti della nuova stagione,quasi come fossero la promessa di un inverno mite e mai tempestoso.Ho la fortuna di avere un rigoglioso noccioleto proprio dietro casa e dopo la raccolta,ne metto via un bel bottino per la scorta invernale…Si,le amo ma,non le raccolgo!Ci pensa la famiglia,io li guardo e dirigo un pò i lavori,ma la ricompensa è fargli trovare un bella torta o crostata.Questa volta è stata una soffice brioche che ha invaso casa di nocciole,cioccolato e promesse!Mi sarò fatta perdonare? 😉

(altro…)

Simil Cozonac con nocciole e cioccolato

PicsArt_04-19-05.56.31

Simile ma non uguale.Gli assomiglia nella forma e nella farcitura,che prevede di solito,cioccolato e frutta secca,ma esistono molte altre versioni.Il Cozonac è un dolce lievitato tipico della Romania che viene preparato in prossimità della Pasqua e come per tutte le ricette della tradizione ,ogni famiglia sembra avere la sua.Così,mi son ritrovata a leggere e cercare di decifrare,talmente tante ricette,che alla fine,per non sbagliare, mi sono decisa a preparare questo lievitato,seguendo la ricetta del mio danubio dolce,perchè sofficissimo e adatto ad accogliere una farcitura tanto golosa.Quindi un “simil Cozonac”,non so come altro chiamarlo o forse potrei apostrofarlo semplicemente”L”ABBRACCIO”!

(altro…)

Danubio dolce

PicsArt_02-03-05.28.58

Eccomi finalmente,con questo briochione soffice,delicato,morbido e ancora caldo.Un Danubio perfetto,che mi ha regalato tanta bontà oltre alla soddisfazione di vedervi tutti ingolositi…ebbene si,mi piace stuzzicarvi e e spingervi in cucina,mentre strizzo l’occhio compiaciuta.Le piccole gioie sono fatte anche di questi momenti,e se sembro scema e infantile,non me ne faccio mica un cruccio,tanto siete più sceme di me!  😀 Mi piace scherzare,so che nelle mie parole condividete la stessa passione e sapete bene che io,”scema”lo dico per intendere noi matte in cucina,tanto fuse e squinternate,capaci di commuoversi con tanto di fazzoletto asciugalacrime,dinanzi allo sportello del forno.Noi che nel forno riusciamo a vederci perfino Richard Gere in “ufficiale e gentiluomo” o che alla planetaria lanciamo sguardi da cerbiatte,ammiccando e contorcendoci come possedute.

Siamo sceme,sceme di cucina! 

(altro…)

Brioche alla zucca,cioccolato,uvetta e mirtilli

PicsArt_11-24-12.50.51

Starò attenta,ma solo dopo averci sbattuto il muso e la ferita mi darà dolore…Non dirmelo solo perchè ti sembra di saperne più di me o con aria saccente credi di difendermi e mettermi in guardia,non ti darò mai retta!Ascolto con attenzione ma poi le riflessioni sono mie e se poi,il “te lo avevo detto”,farà da colonna sonora ai nostri discorsi,allora mi avrai persa per sempre,almeno nell’animo sarò lontana mille miglia da tanto sapere.Il”troppo sapere”,mi spaventa e disorienta,è solo di chi ha indossato i paraocchi,credendo di sfoggiare un binocolo che faccia vedere il futuro;ma il futuro esiste per davvero,solo quando e lo vivi!

Nel mio futuro prossimo c’era il desiderio di realizzare un panbrioche ricco,umido e golosamente farcito,utilizzando la tanto amata zucca.E’ diventato presente nel momento in cui ho potuto portarla a tavola,assaporandone la sofficità e annusandone finalmente il profumo…ecco,è in quel momento,che ho vissuto il futuro.Perchè non ne esiste uno se prima non si avvera…per le supposizioni non mi serve nessuno!E se supponete che questo dolce è buonissimo,vi strizzo l’occhio e vi dico,che avete proprio ragione!

(altro…)

Katmer(Hashasli) con confettura di fragole

IMG_20150513_152216~2

Persone che incontri,che ti colpiscono per un semplice gesto o una piccola parola,o magari solo perchè qualcuno te le indica.E le ricette come le persone possono tornarti alla mente,riaffacciarsi e fare capolino per richiamarti al ricordo:bello,brutto,travolgente,scialbo,intenso o tiepido;ma comunque il ricordo di un sentire.Questo pane è il ricordo bello di un esperimento fatto in cucina,di quelli che non deludono e che sanno soddisfare.Un pane turco visto in rete (QUI ) e subito notato col suo “effetto shock”,per quella forma contorta eppure così aggraziata,per la sua esecuzione affatto complicata e per le numerose varianti che può offrire.Dal dolce al salato,ci sono molti modi per assaggiarli e a seconda della lavorazione prendono nomi diversi,ma li accomuna un impasto quasi senza uova,poco lievito e tirato molto sottile.Quelli che vi propongo oggi,sono spalmati di confettura di fragole(attualmente sono in modalità fragolosa),ma generalmente sono spennellati di burro,miele e semini di papavero e hanno il nome di Hashasli.Quindi oggi Hashasli per un dolce ricordo…

(altro…)

Fiore di brioche con cioccolato alla nocciola

IMG_20150412_150850~2

Non ho ancora ben chiaro,se mi piaccia o no ricevere fiori!Nel senso che se non arrivano nelle occasioni speciali,tra cui compleanni e anniversari vari,metto un muso che il tapiro,in confronto,sembra abbia il nasino alla francese;se invece arrivano sto lì a menare ca….te sul fatto che son soldi sprecati,meglio magari una padella con polletto ruspante annesso 😆 .Poi mi ritrovo ad ammirarli e a rileggere cento volte il bigliettino che li accompagna e più rileggo e più mi soffermo sul fatto che alla fine,ciò che mi piace è quel foglietto candido e lieve e le sue parole,parole che a voce faticano ad uscire,ma che su un foglio corrono veloci,tutte in riga come lo sono stati i pensieri di chi le diceva.E vedi la scena di una testa china,due occhi fissi su un quadratino bianco,la mano che rigira la penna in cerca del riassunto dei pensieri e che poi con piglio li buttà giu,mentre rialza  la sua testa scura e da sempre riccioluta…

Per questo fiore di brioche,invece,alcun dubbio mi ha sfiorato!Nessuna domanda mi son posta,se non quella sul quando rifarlo e con che farcitura.Bellissimo da vedere,con quelle striature di cioccolato che si alternano al morbido impasto,è una dolce merenda che allieta grandi e piccini.Si assapora e rileggi mille parole d’amore e ti dimentichi perfino del polletto ruspante con patate annesse!:)

(altro…)

CONSIGLIA Gamberoni su crema di zucchine