Torta ricotta e visciole

 

Che io ami le torte cosiddette “da credenza”,ormai è cosa risaputa e se son preparate con la pasta frolla,le amo ancor di più.Quindi questa torta della tradizione romana,da anni in casa mia,ogni tanto si ripresenta e ogni volta viene accolta con taaanto amore ;)E’ un classico della pasticceria romana;ogni famiglia ha la sua versione:chi mette solo visciole e non la confettura,chi aggiunge le uova nella crema di ricotta,chi usa le amarene in sostituzione delle visciole.Insomma più modi di interpretare;ma il risultato credo sia divino in ogni sua espressione.Questa è la mia versione,rispecchia ciò che più mi piace.Quindi romani,siate pii e fatemi un sorriso 🙂

Print Recipe
Torta ricotta e visciole
Un guscio di friabile torta,custodisce il morbido ripieno di ricotta e confettura di visciole
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 30/35 minuti
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per la pasta frolla
Per la farcia
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 30/35 minuti
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per la pasta frolla
Per la farcia
Istruzioni
  1. Sfregare la farina con il burro,il sale e il lievito.Formare come delle briciole e unirvi il resto degli ingredienti.Impastare velocemente fino ad ottenere un panetto liscio e compatto.Avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo.In una ciotola mescolare le uova con lo zucchero e la scorza di limone.aggiungere la ricotta e amalgamare per ottenere una crema liscia.Mettere da parte.Stendere la frolla in un disco alto mezzo cm e foderare una tortiera precedentemente imburrata.Stendervi parte della confettura e coprire con la crema di ricotta.Chiudere il tutto con un altro disco di frolla e decorazioni a piacere.Infornare a 170° per circa una mezz’ora. Sfornare e lasciare raffreddare.Sformare su un piatto di portata e servire
Recipe Notes

La confettura di visciole può essere sostituita con quella d'amarene o con solo visciole denocciolate

Usate ricotta di buona qualità.è preferibile quella di pecora

Ho usato uno stampo da 26 cm

Il giorno dopo è ancora più buona,dopo sarà meglio conservarla in frigo

Se non l’avete ancora provata,rimediate,non ve ne pentirete.E poi su una tavola imbandita per le feste,vi assicuro che nonostante la carrellata di delizie natalizie,saprà farsi apprezzare!Sa farsi notare la signorina 😉

Alla prossima delizia amici!

Torta d’autunno alla frutta secca

Ma la frutta secca,quanta bontà riesce a donare ai dolci?Pensiamo alle mandorle con relativi amaretti,paste di mandorla,torte capresi,biscotti di ogni genere.E le nocciole con le sue sbrisolone,la sua famosissima crema di cioccolato,torte e crostate di ogni tipo.Noci,mandorle,nocciole,sono un tripudio nei torroni,nei croccanti,nei più fantasiosi cioccolatini e praline per ogni gusto.Insomma,la pasticceria senza la frutta secca è un pò come la scatola del trucco senza mascara.Mancherebbe quel tocco in più,quella pennellata di gusto che rinforza il sapore,come solo un buon “rimmel” può illuminare lo sguardo.E in questa torta ce n’è davvero tanta.Vi assicuro che al primo morso,vi verranno due ciglia talmente lunghe che Bambi in confronto.sembrerà uno scoiattolo.Perchè dove c’è gusto,la bellezza esplode.E dopo lo slogan a voi gli ingredienti  😉 

(altro…)

Sbriciolata al cacao,cocco,mascarpone e nutella

 

Amo sbriciolare,lo avrete capito.Si,perchè non impegna,se non le dita.Esse si muovono,”sbrogliano”impasto e pensieri.Li sciolgono o almeno è questa l’impressione,e il risultato ti rilassa.Guardi la torta,ripensi a ciò che sembrava un groviglio e oltre ad avere qualcosa di goloso con cui godere,hai anche la sensazione di avere tutto più chiaro.Conoscete qualcosa di più terapeutico?Beh,un’idea l’avrei ,ma a quest’ora vige la censura.Concentriamoci su questa tortina dal guscio croccante e il cuore morbido e goloso:Conquisterà grandi e piccini;ma mi raccomando…tenete a bada gli adulti,perchè non avranno riguardo neanche dei bimbi,dinanzi  a cocco e nutella.Ovviamente ne ho esperienza 😉

(altro…)

Rotolo di pasta frolla,con pere,noci e cioccolato

 

Noci,cioccolato e pere,in questo rotolo,nato dall’esigenza di smaltire un pò di pere del mio alberello,che diventa sempre più grande e robusto!Gracilino,troppo esile un paio di anni fa,lo guardavo con occhi rassegnati,per nulla ottimista sulla sua sorte.Invece eccolo qui,col suo fusto più solido,con le sue radici ben piantate e stabili,col suo fogliame che ormai tende ai colori bruni dell’autunno.Lo osservo fiera dal mio terrazzo e mi basta volgere lo sguardo poco più in alto,per vedere in lontananza, la chioma del noce;il mio fusto preferito.Anche lui regala la sua generosità coi suoi frutti grandi e mai deludenti.Non ho fatto altro che mettere insieme un pò di doni del mio giardino e altri deliziosi ingredienti,per ottenere questo” simil strudel “ma di frolla.Ed è stato il degno risultato di tanti bei “regali”!  😉

(altro…)

Crostata morbida a strati

Difficilmente si resta immobili a guardarla!Appena la vedi,ti viene subito voglia di farla;saranno i suoi strati di pasta frolla intervallati dalla confettura,sarà che la sogni a colazione mentre l’affetti con gli occhi,sarà che la crostata fa subito quel “buongiorno”,carico di promesse positive,sarà che non ho resistito e l’ho fatta dopo il primo sguardo.Ho seguito,senza cambiare nulla, la ricetta di Enrica di Chiarapassion,che a sua volta l’ha rifatta dopo averla vista in tv dalla bravissima Natalia Cattelani.Una catena sul web si è creata, che vale la pena continuare,perchè vi assicuro è meravigliosamente buona,poi con la frolla all’olio di Enrica,oltre che golosa è anche senza burro,per chi magari non lo tollera.Si fa in dieci minuti,su’scegliete quale confettura o marmellata più vi piace! 😀

Enrica grazie,era perfetta come sempre! 

(altro…)

Torta o crostata con ciliegie e ricotta

E’ stato tutto perfetto!Strano come a volte,gli ingredienti sembrano mettersi in mostra,in fila come soldatini diligenti,con un ordine pieno di promesse.Affiancati lì sul ripiano in basso nel frigo,si protendevano,le tonde e succose ciliegie,colte forse un pò tardi;la ricotta candida e soffice, elogiata con non poco zelo dal salumiere chiacchierone,;il resto di una pasta frolla al limone,avanzata da una torta troppo piccina e in ultimo un ingrediente speciale:la voglia matta di annusare il  profumo di dolce!E’ stato tutto perfetto,anche il finale  🙂

(altro…)

CONSIGLIA Cannelloni verza e salsiccia